fbpx

Farsi pubblicità non è mai stato un lavoro semplice dato che dobbiamo far fronte a un pubblico sempre più difficile da accontentare e alle varie misure tecniche da adottare.

Ma come possiamo arrivare ad avere più visibilità in un mondo dove la concorrenza è sempre più numerosa?

é una delle domande che si pone più di frequente chi ha un’attività, ma la risposta non è sempre così immediata e scontata. È necessario lavorarci su, avendo pazienza, perseveranza e originalità, seguendo ovviamente degli elementi chiave che ci possono aiutare.

Per esempio: vuoi incrementare le tue opportunità su Facebook senza dover ricorrere obbligatoriamente alle sponsorizzazioni? Pensa intanto allo scopo che dovrebbe avere il contenuto che desideri mostrare prima di renderlo pubblico, dato che deve possedere almeno una di queste caratteristiche: 

  • informare
  • divertire
  • emozionare
  • coinvolgere

Dopo di che, ricorda che ci sono tre fattori fondamentali a cui Facebook fa fede: 

  • originalità 
  • fedeltà del pubblico che ritorna 
  • durata delle visualizzazioni (che devono essere almeno un minuto)

A Facebook non interessano gli utenti che scorrono passivamente la home, per questo devi cercare di catturare l’attenzione il più possibile.

Fallo realizzando dei video (anche corti) e caricali direttamente, in modo che con l’autoplay si riesca a calamitare maggiormente l’attenzione rispetto ad un’immagine che rimane statica. Consideriamo anche il fatto che quello dei video è un trend in continua crescita e le piattaforme social necessitano di incrementare e mantenere il pubblico sulle pagine; mentre i link generano un’ uscita degli utenti da quest’ultime e sono perciò sconvenienti (a meno che non ci siano sponsorizzazioni in gioco ovviamente).

Tieni a mente anche che la qualità è una priorità! 

La falsa credenza del “più pubblico e più sarò notato” è causa di molti effetti negativi, come ad esempio quello di portare il pubblico ad annoiarsi. Giochiamo quindi sulla qualità dei contenuti, piuttosto che sulla quantità, alternandoli e studiando quelli più efficaci che richiamano maggiormente l’attenzione della nostra audience. 

L’obiettivo di questi contenuti sarà quello di puntare alla condivisione, piuttosto che al classico like e al commento. Questo perché la condivisione stimolerà altre visualizzazioni e se tutto procederà bene, potremo parlare di viralità. 

Aiutiamoci anche con la creazione di storie e l’utilizzo di inviti alla condivisione, senza esagerare naturalmente.

Per attirare il tuo pubblico in maggior misura, ponilo al centro dell’attenzione; facendo ad esempio dei quiz, dei sondaggi o delle domande, in questo modo sarà più facile ricevere commenti a cui dovrai rispondere tempestivamente: ciò dimostrerà che sei sempre pronto  e presente, infondendo sicurezza e fiducia.

Talvolta puoi anche approfittare di taggare altre pagine o utenti che potrebbero mostrare interesse nell’argomento (non esagerare però, potrebbe risultare una pratica fastidiosa a lungo andare).

Un altro dilemma che ci perseguita è quello della scelta dell’orario migliore per pubblicare un contenuto. Purtroppo non vi è una regola fissa da poter seguire, per il semplice fatto che l’uso che si fa dei social è molto personale e devi chiederti perciò quando apriresti la home per visualizzare nuovi post. Mediamente si calcola tra le 8.00 e le 10.00 del mattino, in pausa pranzo tra le 13.00 e le 16.00 e la sera tra le 19.00 e le 22.00. 

Ci sono molte variabili da considerare, come la tipologia del tuo target e del post: la mattina giocheremo con la “categoria del buongiorno” per i mattinieri, mentre in pausa pranzo i fans interagiranno con contenuti di carattere più istituzionale e invece la sera non ci sarà più quella voglia di sentir trattare determinati argomenti, perciò ci potremo limitare ad alimentare conversazioni e commenti. 

Pertanto, è consigliato pianificare settimanalmente una programmazione, escludendo il sabato e la domenica per non disturbare troppo gli utenti.

In tutto questo non sarai solo: esistono dei preziosi strumenti, gli Insights, che ti permetteranno di compiere un’accurata osservazione degli eventi e della vitalità all’interno  della tua pagina, mostrandoti quali contenuti sono andati per la maggiore, i like ricevuti, le visualizzazioni, gli apprezzamenti, i commenti, etc.

La cosa migliore che potete fare per le vostre pagine sarà comunque quella di affidarla alle cure di mani esperte, che sappiano gestirla e che abbiano il tempo e le conoscenze tecniche per monitorarle e aiutarle a crescere.  Ma il senso comune da solo non basta. Esiste il preziosissimo strumento degli Insights per poter osservare al meglio la vitalità della tua pagina. Gli orari che hai pianificato funzionano? Guarda quanti like ha ricevuto un post, quante visualizzazioni ha riscosso una foto, quali sono i contenuti che ottengono più apprezzamenti, quanti commenti postano gli utenti nelle tue conversazioni. 

È  proprio per questo motivo è bene affidare questo compito a professionisti o comunque persone che hanno tempo di monitorare  i tuoi dati.

 

Condivi l'articolo