fbpx

Instagram, uno dei social più popolare, è diventato un ottimo alleato per chi ha un’attività. Ci può aiutare molto se sappiamo come sfruttare a nostro vantaggio le sue potenzialità. Perciò in tanti si domandano come potrebbero crescere su questa piattaforma. Beh, ci sarebbero moltissimi e argomenti da trattare su questo tema e ogni situazione andrebbe studiata in base alle proprie esigenze, ma possiamo riassumere delle regole fondamentali a cui possiamo far fede nei diversi contesti:

  1. Strutturare bene la BIO della pagina
  2. Impiegare buone immagini e video coerenti
  3. Usare la geolocalizzazione
  4. Utilizzare gli hashtag giusti
  5. Non trascurare le storie 

LA BIO

In molti sottovalutano questo elemento, che in realtà ha una grande rilevanza. E’ il vostro biglietto da visita, ciò che racconta alle persone chi siete e cosa fate. E’ la prima cosa che un visitatore legge su di voi: il vostro strumento per dare subito un’opinione dell’azienda agli utenti, che si faranno un’idea su di voi in pochi istanti. Per questo è importante convincerli a farvi seguire nel più breve tempo possibile grazie a quello che leggeranno e vedranno. 

Ricorda che il campo nome è una delle poche cose che possono essere cercate su instagram (perciò può essere anche ottimizzato per la SEO di questo social) e che l’immagine di profilo che sceglierete sarà quella che riuscirà o meno a catturare l’attenzione. Sceglietene una che sia chiara e originale. Potete inserire anche un hashtag brandizzato, in modo che i tuoi follower lo possano utilizzare nei loro contenuti per evidenziare il vostro prodotto o servizio.

Leonteweb Come aumentare la visibilità su Instagram Blog

VIDEO E IMMAGINI

Ogni minuto vengono pubblicati milioni di contenuti, quindi perchè il tuo post possa essere notato deve essere visivamente accattivante. Stiamo parlando di estetica: il tuo profilo deve avere uno stile che sia in linea con la figura che vuoi dare della tua azienda, per far capire subito chi siete. Siate coerenti con la struttura che darete alla pagina, per esempio con i colori. E’ anche consigliato sfruttare immagini e video reali, che provengano da scatti e riprese della vostra attività, che non ricercate sul web. Ciò verrà sicuramente apprezzato di più dai visitatori. Potete anche creare dei pre-set personalizzati da applicare facilmente su ogni immagine che pubblicherete, per risparmiare tempo. 

In tanti si chiedono inoltre quale sia l’orario migliore per poter pubblicare un contenuto. In realtà non c’è una risposta universale; anzi, i tempi di pubblicazione variano tra mercati, settori e tipologia di target. Per questo è necessario puntare a rendere pubblico un contenuto ipotizzando i momenti in cui i nostri follower potrebbero essere attivi. Ovviamente non ci dobbiamo affidare solo alle intuizioni, ma sarà necessario eseguire uno studio delle statistiche e sperimentare molto. 

Non diamo per scontato che ogni nostro post vada bene: dobbiamo pubblicare qualcosa che il nostro pubblico e i potenziali clienti vorrebbero vedere. Con ciò non sempre il numero dei like e delle persone che ci seguono si possono tradurre in vittorie, perché non necessariamente si trasformeranno in vendite o conversioni effettive. Se ci concentriamo solo sui numeri, perderemo di vista il vero obiettivo: creare una community autentica e fedele. 

Altro punto fondamentale su cui porre attenzione riguardo alla pubblicazione è scrivere delle buone didascalie per i contenuti, le quali racchiudono un buon potenziale per attirare l’attenzione e coinvolgere. E’ impegnativo, si sa, ma dobbiamo unire originalità con una buona narrazione ed elementi di autenticità che cercheranno di coinvolgere e far commentare il pubblico. 

GEOLOCALIZZAZIONE

Non dimenticate di impiegare i tag di geolocalizzazione nei vostri post. In questo modo lo metterete in evidenza nella bobina di evidenziazione della posizione, così chi non vi conosce potrà trovarvi più facilmente scoprendo pagine e profili che si riferiscono a quella precisa località. Questo ovviamente se volete costruire il vostro seguito in una posizione specifica, perché ciò funziona bene per i negozi fisici e le aziende e i brand che desiderano espandersi su nuovi mercati.

HASHTAG

Parliamo ora di una degli ingredienti più importanti di questo social: l’utilizzo degli hashtag. 

Regola numero uno: non usatene più di 30 per post, altrimenti verrete penalizzati. La scelta degli hashtag deve essere accurata, non possiamo inserire cosa più ci aggrada, bensì ciò che interessa al pubblico. L’utilizzo di hashtag azzeccati ci permetterà di essere scovati più facilmente, sfruttando la massima esposizione sui social. Si sente spesso: più è popolare e maggiori possibilità ho di essere trovato. Sbagliato! Se un hashtag ha oltre 100 milioni di follower, come può il mio post essere visto per primo ed essere tra i più popolari? Diventerebbe obsoleto nel giro di tre secondi. C’è troppa concorrenza e non ci sarà la sicurezza di riuscire a piazzarci in cima alla lista. Concentriamoci quindi sulla nostra nicchia di settore, sulle dimensioni del nostro account, sulle persone che ci seguono e quelle potenzialmente acquisibili. Provate a puntare su hashtag che non siano presenti in troppi post e dove i contenuti più popolari abbiano più o meno il tuo stesso numero di like. In questo modo aumenteremo le probabilità di accrescere la visibilità. Possiamo anche utilizzare gli hashtag relativi alle posizioni, in questo modo ci troveranno più facilmente. 

STORIE 

Per ultima, ma non meno importante, la cura delle storie. Non dobbiamo commettere l’errore di trascurarle, dato che sono una delle funzionalità più importanti di questo social. Le visualizzazioni delle stories sono in costante crescita ogni anno e dobbiamo sfruttarle per aiutarci ad accrescere la popolarità della nostra attività. Molte aziende ne approfittano per anticipare nuovi prodotti, informare il pubblico delle novità e delle notizie importanti, per trasmettere aggiornamenti e interagire con i follower con domande, sondaggi o quiz mirati ad intrattenere e coinvolgere. E’ un’ottima strategia che non va assolutamente ignorata. Sono un valido strumento per evidenziare anche i post appena pubblicati sulla pagina. Un consiglio è quello di nascondere questi ultimi in buona parte con una gif o un un emoji; questo per accrescere la curiosità di chi visualizza, che con molta probabilità sarà tentato di cliccarvi per scoprire di cosa si tratta. Nelle storie di instagram troviamo un ottimo alleato per aumentare la nostra visibilità. Per esempio abbiamo la possibilità di inserire hashtag per massimizzare la copertura o geotag per targetizzare i luoghi a livello strategico. A volte possono risultare antiestetici e ingombranti, perciò possiamo renderli più piccoli o nasconderli dietro lo sfondo, una gif o un emoji. 

Non dimenticate di evidenziare le vostre migliori storie, ma fatelo con delle icone professionali progettate appositamente per rappresentare quelle sezioni. 

Infine, vi ricordo di giocare la carta dei video in diretta; così si andrà a creare una connessione più personale con gli utenti. Sarete anche agevolati dall’algoritmo che pone le storie in diretta in primo piano rispetto a quelle normali e soprattutto sono segnalate con delle notifiche per avvisare i tuoi follower dell’inizio della diretta. Risultato: i tuoi video possono raggiungere maggiori visualizzazioni rispetto ad altri.

Ovviamente ci sono molte variabili che possono influenzare la nostra popolarità su Instagram. Pertanto, impiegate sempre una componente fondamentale per raggiungere obiettivi concreti: la costanza. Potrete non assicurarvi una visibilità immediata, anzi, potrebbero volerci mesi prima di osservare risultati ideali. Cercate quindi di avere pazienza, perseveranza e originalità. Gli sforzi di giostrare un profilo aziendale in modo professionale, per chi non lo fa di mestiere, possono essere elevati.

Se avete un’attività e desiderate farvi strada sui social, è consigliato prendere in considerazione l’idea di farsi assistere da un professionista che conosca a fondo tutte le tecniche per poter crescere con tali mezzi.

Condivi l'articolo
Leonteweb Come aumentare la visibilità su Instagram Blog